fbpx

Roberto Bassi e le Frecce Tricolori: una storia d’amore

Roberto Bassi

Nato a Udine nel 1960, è sposato e vive a Campoformido. Diplomato perito costruttore aeronautico presso l’Istituto Tecnico Industriale “Arturo Malignani” di Udine, è da poco stato posto in quiescenza dopo un lungo servizio come Sottufficiale specialista di elicotteri nei ranghi dell’Aviazione dell’Esercito Italiano. Ha prestato servizio, con vari incarichi di tipo tecnico e operativo in varie sedi sul territorio nazionale e all’estero. È da sempre appassionato di tutto quanto riguardi il volo ed in particolare della storia aeronautica del Friuli Venezia Giulia.
16 Settembre 2019

Avventurarmi nel mondo, nella storia, delle Frecce Tricolori è stato per me naturale anche se gli scritti precedenti riguardavano periodi aeronautici più lontani.

E’ stato naturale perchè sin da piccolo ho sempre alzato gli occhi al cielo per seguire i loro voli e per udire quel sibilo a me familiare dei loro G.91. Quest’ultimo, aereo che io giudico una delle più belle macchine volanti, ha fatto parte della mia infanzia e della mia giovinezza accomunato ai volti degli uomini che lo pilotavano.

L’incontro con l’amico editore Giovanni Aviani e l’amicizia con Massimo Montanari, la loro volontà e i racconti di quest’ultimo, sono stata la giusta miscela per spingermi a scrivere delle “Frecce”. L’argomento sarebbe stato inflazionato. Prima di me altri avevano scritto con dovizia di particolari la storia della Pattuglia “tricolore”, ma nessuno aveva scritto storie di uomini.

La scelta è caduta subito, grazie ai frequenti racconti di Montanari che lo nominavano sempre, su Antonio Gallus.

 

Lo avevo conosciuto tanti anni prima e questo ha fatto si che  il racconto fosse per me più desiderato.

Dovevo però avere il consenso della sua famiglia e l’incontro con la figlia Claudia si è dimostrato subito aperto e leale trovando, da parte sua, la più grande disponibilità e approvazione. La ricerca di foto, documenti e testimonianze è durata circa cinque anni ma il risultato finale è stato decisamente soddisfacente.

Il mio scopo era quello di ricordare un uomo, una Freccia, un grande “capo formazione” e tramandare ai posteri, attraverso le pagine del libro, la sua vita purtroppo spezzata tragicamente quel 2 settembre 1981.

Naturale è stato anche avventurarmi nella vita di Valentino Jansa.

L’incontro con Luisa, sua moglie, ha risvegliato in me il ricordo di una fotografia, apparsa sul Messaggero Veneto, il giorno dopo la sua tragica scomparsa. Quelle ali spezzate con il tricolore rivolto verso il cielo e quel nome, Valentino Jansa.

Al tempo avevo un depliant delle Frecce Tricolori con gli autografi dei piloti che giravo e rigiravo, lo avevo imparato a memoria così come conoscevo quel nome e quella firma che si elevava, per stile, dalle altre.

Ma la decisione che mi ha spinto a scrivere anche di lui è stata la riflessione, il pensiero, sul suo tragico incidente.

Poteva lanciarsi, poteva salvarsi, ma lo ha fatto troppo tardi pregiudicandosi la salvezza. Questo era un uomo, con la “U” maiuscola.

Dovevo scrivere anche la sua vita.

E’ stato complicato convincere Luisa e farmi consegnare i suoi ricordi ma dopo che quest’ultima ha potuto vedere il libro su Gallus ha vinto ogni incertezza e ho potuto iniziare la ricerca.

                                                                                             

Due storie diverse, in certi tratti simili, due uomini che hanno contribuito a rendere grande le ali italiane e la nostra Aeronautica, due uomini che non devono essere dimenticati.

Ecco, il mio compito era questo, cercare di ravvivare la fiamma del ricordo ed evitare che si spenga facendo cadere tutto nell’oblio.

Questi libri parlano di aerei, si, ma parlano soprattutto di uomini, di visi, di aneddoti che devono avvicinarli a noi e non renderli parte di una storia accaduta quarant’anni fa e quindi dimenticata. A loro va il dolce ricordo e il rispetto verso chi ha sacrificato la vita volando per l’Italia.

Roberto Bassi

Lascia un commento

Lascia un commento

{{>icon-text text="Carrello" icon="cart" classes="vertical" text-type="heading1"}}
{{> cart-items classes="middle-cart"}} {{> mini-review-order }} {{> buttons type="normal" text="Visualizza carrello"}}
{{>icon-text text="Ricerca" icon="search" classes="vertical" text-type="heading1"}} Off canvas search content here!

Ciao (non sei ? Logout)

Dalla bacheca del tuo account puoi visualizzare i tuoi ordini recenti, gestire i tuoi indirizzi di spedizione e fatturazione e modificare la password e i dettagli dell'account.