fbpx

I SENTIERI DELLE PORTATRICI

NELLA GRANDE GUERRA IN FRIULI - Seconda Edizione

di Luca Cossa, Guido Aviani Fulvio, Fabrizio Blaseotto, Marco Siega

SECONDA EDIZIONE: 20 pagine in più, elenchi aggiornati, aggiunti altri dati storici

NOTA DELL’EDITORE:

Se i gentili lettori fossero a conoscenza di altri nominativi di
Portatrici che svolsero la loro opera durante la Grande Guerra, non
presenti negli elenchi riportati in questa pubblicazione, possono
inviarne i dati con breve biografia e possibilmente eventuali foto, al
seguente indirizzo email avianifulvio@gmail.com o mandando un messaggio
al numero 348.9056272

I SENTIERI DELLE PORTATRICI è realizzato con il fattivo contributo del Club Alpino Italiano Comitato Direttivo Regionale Friuli Venezia Giulia. Si propone di illustrare alcuni dei sentieri percorsi ed in parte realizzati, dalle Portatrici. Queste infaticabili e coraggiose donne fin dall’inizio del conflitto divennero Ausiliarie del Regio Esercito e furono adibite a gravosi ed impegnativi compiti.

La loro opera affiancò a quella dei Portatori, degli Operai Militarizzati e dei Tecnici Militarizzati al servizio dell’Esercito. Queste figure sono a tutt’oggi sono poco ricordate dalla storiografia ufficiale.

Le portatrici contribuirono in maniera determinante alla realizzazione di tutta una serie di infrastrutture logistiche. Queste permisero alle truppe combattenti di sopravvivere e stazionare lungo la linea del fronte che si sviluppava in territori orograficamente difficili.

La viabilità è oggi percorsa da migliaia di escursionisti percorrono annualmente sui rilievi della Carnia e dell’Alto Isonzo.

E’ anch’essa un lascito da preservare, testimone di una forzata antropizzazione dovuta alla Prima Guerra Mondiale.

Attraverso la rete di strade, mulattiere e sentieri è possibile conoscere e scoprire ambienti interessanti. Lo sono, oltre che dal punto di vista prettamente storico anche da quello paesaggistico, morfologico ed ambientale.

La Storia ci racconta che la prima guerra moderna arrivò ad altezze vertiginose. Narra inoltre che  i combattimenti tra eserciti avversari cambiarono perfino l’aspetto dei rilievi alpini.

Quando, al termine del conflitto, l’oblio ritornò su questi luoghi le “ferite” inferte dalla guerra resero unici questi territori a livello mondiale.

L’inserimento, all’interno del libro, delle pratiche schede topografiche,  agevola la fruizione dei percorsi.

Questa scelta rispecchia il desiderio di tramandare la memoria degli episodi e per una facile contestualizzazione geografica dei luoghi descritti.

Nota dell’Editore:
Se i gentili lettori fossero a conoscenza di altri nominativi di
Portatrici che svolsero la loro opera durante la Grande Guerra, non
presenti negli elenchi riportati in questa pubblicazione, possono
inviarne i dati con breve biografia e possibilmente eventuali foto, al
seguente indirizzo email avianifulvio@gmail.com o mandando un messaggio
al numero 348.9056272

LIBRO CORREDATO DA 15 SCHEDE-SENTIERO CON MAPPA TABACCO

E MAPPA TABACCO GRANDE DEI SETTORI ALPINI

 

Altri libri sulla Grande Guerra 

 

 

Prezzo: 18,00
Aggiungi al carrello
Illustrato / con foto
Curatore
Luca Cossa
Autore
Isbn
978-88-7772-308-6
Pagine
144
Rilegatura
Brossura
{{>icon-text text="Carrello" icon="cart" classes="vertical" text-type="heading1"}}
{{> cart-items classes="middle-cart"}} {{> mini-review-order }} {{> buttons type="normal" text="Visualizza carrello"}}
{{>icon-text text="Ricerca" icon="search" classes="vertical" text-type="heading1"}} Off canvas search content here!

Ciao (non sei ? Logout)

Dalla bacheca del tuo account puoi visualizzare i tuoi ordini recenti, gestire i tuoi indirizzi di spedizione e fatturazione e modificare la password e i dettagli dell'account.