fbpx

Che strano ragazzo

dalla sacca del Don al carcere repubblichino per la nostra Italia

di Ferdinando Pascolo "Silla"

Che strano ragazzo

Dal messaggio del Capo di Stato Maggiore della Difesa: Gen. Vincenzo Camporini.

A lei si stringono con affetto tutti i Soldati d’Italia che si rivolgono con rispettosa ammirazione alle Sue gesta, a ricordo del luminoso esempio di amor di Patria e di valoroso operare durante i duri cimenti del secondo conflitto mondiale.

Mi riferisco alle vicende della Campagna di Russia e, in particolare, alle belle pagine scritte nelle epiche giornate di Dnepropetrowsk.

Lì, animato da esemplare e generoso slancio, operò con straordinaria professionalità per il bene e la vita altrui. Ancora, alla Guerra di Liberazione ove profuse il Suo coraggioso impegno per la rinascita democratica della nazione nell’ambito del CLN. Per questa ammirevole e valorosa memoria di esemplare e dedicato attaccamento al servizio ed alle più nobili tradizioni militari Lei merita il grato ed affettuoso rispetto di tutti gli Italiani.

 

Dalla prefazione di Toni Capuozzo

 

“Che strano ragazzo” è uno strano, bel libro.

Perché le nostre biblioteche e le nostre librerie sono colme di libri di memorie, di protagonisti importanti o minori, che si aggirano attorno fatti grandi o minuti della nostra storia collettiva, ma un libro come questo, quasi controvoglia, quasi strappato all’autore, non c’è.

Dico quasi controvoglia non perché il protagonista, Ferdinando Pascolo, abbia guardato gelosamente fatti o episodi i cui retroscena dovevano essere nascosti come per giuramento. Sì, qui ci sono fatti ed episodi – basti pensare all’assalto al carcere di via Spalato – che acquistano una luce diversa, rispetto all’ ufficialità retorica, ma non è questo a spiegare il lungo silenzio, rotto sulla soglia dei novant’anni.

E’ che Pascolo Ferdinando è non solo uno strano ragazzo, ma anche uno strano coscritto, e poi uno strano militare, e infine uno strano partigiano.

Ha attraversato combattendo gli anni più duri della nostra storia, ma non ha mai ucciso nessuno, e ha salvato chi poteva.

 

Altri libri sulla Seconda guerra mondiale 

Il sito

 

Prezzo: 22,00
Aggiungi al carrello
Autore
Rilegatura
Brossura
Pagine
208
Isbn
978-88-7772-130-3
Illustrato / con foto
{{>icon-text text="Carrello" icon="cart" classes="vertical" text-type="heading1"}}
{{> cart-items classes="middle-cart"}} {{> mini-review-order }} {{> buttons type="normal" text="Visualizza carrello"}}
{{>icon-text text="Ricerca" icon="search" classes="vertical" text-type="heading1"}} Off canvas search content here!

Ciao (non sei ? Logout)

Dalla bacheca del tuo account puoi visualizzare i tuoi ordini recenti, gestire i tuoi indirizzi di spedizione e fatturazione e modificare la password e i dettagli dell'account.