L’infinita polemica – Carlo Podrecca e la Slavia Italiana

coverBonessa.inddxcoverPOLEMICAxcoverSLAVIAITALIANA

Varie. Nel 1884 l’avvocato cividalese Carlo Podrecca diede alle stampe il libro Slavia Italiana, offrendo un ricco contributo storico e progettuale sulle terre delle quali era oriundo: le Valli del Natisone, i cui monti «fanno degna corona alla patria italiana». Benché il titolo e l’ultima frase del libro sintetizzino le posizioni dell’autore, si è spesso equivocato su quest’opera.
Il presente studio vuol fare ulteriormente chiarezza, analizzando il contesto generale in cui Slavia Italiana vide la luce. Si illustrano svariati fattori storici, culturali e politici, con particolare attenzione alla sinistra cividalese e valligiana di fine ’800 e primo ’900. Il tutto corredato da un inedito apparato iconografico.
Ne emerge che la cultura risorgimentale considerava gli abitanti della Slavia ‘amati figli dell’Italia’, così come gli slavi del Natisone (inseriti sin dall’VIII secolo nella realtà friulana) lottarono compattamente per la loro patria italiana. Tuttavia, in particolare dopo la presa di Roma del 1870, alcuni sacerdoti valligiani si contrapposero all’anticlericale Regno sabaudo, sovrapponendo alle tematiche politiche quelle linguistiche professandosi pertanto sloveni.
Si innescò un’intensa polemica sull’appartenenza nazionale e sul destino di questa Comunità: una polemica adattatasi a vari momenti storici e a conflitti ideologici e che pare debba perpetuarsi sciaguratamente all’infinito.

L’INFINITA POLEMICA – CARLO PODRECCA E LA SLAVIA ITALIANA
Con un contributo storico-politico su Cividale e le Valli del Natisone in età liberale

Autore: Enrico Bonessa

Formato: libro cm 15X21
Pagine: 168
Volume brossurato
Libro venduto in cofanetto con altri due libri: SLAVIA ITALIANA di Carlo Podrecca
e SLAVIA ITALIANA POLEMICA di Carlo Podrecca
ISBN: 978-88-7772-167-9

€ 25,00  + spese spedizione

FacebookTwitterWhatsAppPinterestGoogle GmailShare