Italiani al confine orientale 1918-43

Seconda Guerra Mondiale. Il libro affronta il periodo storico appena precedente la seconda guerra mondiale, visto dall’osservatorio privilegiato del confine orientale dell’Italia e nello specifico dalla Valcanale, in una fase di transizione assai difficile per la popolazione locale.

Il volume si occupa del periodo fascista e si chiude alla vigilia dell’occupazione tedesca del Friuli l’8 settembre 1943. Per capire quanto stava accadendo sul territorio alla fine degli anni 1930 ho dovuto giocoforza tornare brevemente alla storia dei decenni precedenti, ad iniziare dalla sua acquisizione da parte italiana nel 1918.
Il testo si confronta con l’evento più importante del periodo, ovvero con il traumatico e controverso evolversi dell’opzione degli allogeni tedeschi valcanalesi per la Germania nazista del 1939-40 e con la loro conseguente diaspora. Esso fu lo snodo più importante della storia della valle nel secolo scorso e rappresenta, nel bene e nel male, il fondamento su cui poggia la società di oggi.
A questo primo tomo seguiranno un secondo sull’ occupazione militare tedesca (1943-45) ed un altro sulla liberazione da parte degli alleati anglo-americani (1945-47).

ITALIANI al confine orientale 1918-43

Autore: Raimondo Domenig

Formato: cm 16×22 
Pagine: 234 ISBN: 978-88-7772-138-9

€ 24 + spedizioni

 

Share