IL “PARTIGIANO” GIANNI

Resistenza. Il nome del protagonista è una evidente citazione, voluta dall’Autore, del Partigiano Johnny di Beppe Fenoglio e testimonia anche il suo intento di richiamarsi all’ambiente ricostruito ne “I ventitré giorni della città di Alba”.

Gianni il “partigiano” è un personaggio di fantasia che esegue le azioni e compie i gesti, che tante testimonianze attribuiscono a diversi partigiani “tra virgolette”. Rappresenta quindi il negativo della lotta partigiana in Carnia, che la gente è stata costretta a subire.

Il protagonista di fantasia, attraversa però le vicende e le situazioni che realmente hanno segnato la storia della Resistenza in Carnia, come sono state ricostruite, anche da Piutti, nel libro “L’Assedio della Carnia”, da noi pubblicato.

Per questo la “formula di romanzo” vuole essere un modo nuovo per raccontare la storia del periodo, in un modo più accattivante rispetto a quella a cui ci ha abituato la storiografia.

L’obiettivo è quello di raggiungere un pubblico più ampio e coinvolgere persone che non hanno dimestichezza con i libri di storia e che non partecipano ai convegni.

Il romanzo consente di evitare tesi definite, per provocare una riflessione aperta, affinché ognuno possa farsi una propria idea sulla storia del recente passato, che segna ancora le vicende del nostro quotidiano.

L’approccio a una riflessione che può anche essere approfondita con la lettura de “L’assedio della Carnia” e “Fatti e misfatti in Carnia” di Antonio Toppan (prima edizione 1947) nella riedizione curata da Piutti.

L’Editore

Giovanni Aviani Fulvio

 

IL “PARTIGIANO” GIANNI

Romanzo Storico

 

Autore: Igino Piutti

Formato: cm 16×22

Pagine: 212

Volume brossurato

ISBN: 978-88-7772-258-4

 

€ 18 + spedizioni

Share