Fatti e misfatti in Carnia

3toppan-cover

Resistenza. Fatti e Misfatti in Carnia durante l’occupazione tedesca: narrazione obiettiva, uscito nel 1948, è stato uno dei primi racconti, se non il primo, pubblicato sulla Resistenza in Carnia.
Antonio Toppàn il suo autore, un settantenne maestro elementare in pensione, era stato eletto nel 1946 Sindaco di Ovaro, il Comune che, a guerra finita, aveva conosciuto la follia d’uno scontro tanto inutile quanto assurdo tra partigiani e Cosacchi, finito nella strage di 27 italiani e di 60 “russi”.
Dallo stesso impegno che lo porta a mettersi in gioco come Sindaco della ricostruzione deriva a Toppàn il bisogno di lasciare testimonianza di ciò che ha visto in quei giorni.
I fatti di Ovaro sono inquadrati nel contesto del racconto d’una storia della Resistenza in Carnia, vista dalla parte della gente che ha subìto, scritta “con l’unico pensiero di riuscire a rispecchiare fedelmente e obiettivamente la realtà dei fatti”.

FATTI E MISFATTI IN CARNIA
Durante l’occupazione tedesca. Canal do Gorto: luglio 1943-maggio 1945

Autore: Antonio Toppàn
Curatore: Igino Piutti

Formato: 16×22
Pagine: 208 
Volume brossurato
ISBN: 978-88-7772-234-8

€ 20,00 + spese spedizione

Share