CASARSA DELLA DELIZIA Snodo della Grande Guerra, 1915-1918

Prima Guerra Mondiale. Durante la Prima guerra mondiale, i vincitori del maggior numero di battaglie non corrisposero necessariamente ai vincitori del conflitto. Questo accadde perché, affianco ai combattimenti, un ruolo sempre maggiore fu assunto dalle organizzazioni economiche, viarie e logistiche.
Casarsa della Delizia si trovò, dal 1915 al 1918, presso uno snodo ferroviario nevralgico fra quelli usati dall’esercito italiano e, dopo la ritirata di Caporetto, dalle forze austro-ungariche e tedesche. Lungo le strade e i binari che ne percorrono il territorio, transitarono centinaia di migliaia di militari, migliaia di carri, centinaia di artiglierie. Casarsa, con San Giovanni e le altre sue località, accolse innumerevoli soldati, vari comandi, re ed imperatori, un tribunale, un ospedale militare, una polveriera, una caserma degli alpini, un autoparco, batterie antiaeree e la maggiore base dirigibilistica esistente a est del Piave. Fu anche spettatrice di eventi bellici che, nell’autunno 1917, molto influirono sull’avanzata imperiale e sullo speculare ripiegamento italiano dall’Isonzo al Piave. Più di tanti altri centri urbani, Casarsa uscì socialmente stravolta e strutturalmente trasformata dal dramma della Grande Guerra. Le vicende ivi conosciute ricoprirono un rilievo d’inaspettata misura nel generale andamento bellico. Questo libro, sulla scorta di un’inedita mole di documentazione, di una ricca bibliografia e di ripetute perlustrazioni sul territorio messe a sistema in anni di appassionate ricerche, intende finalmente riportarle alla luce.

CASARSA DELLA DELIZIA
Snodo della Grande Guerra, 1915-1918

Autore: Marco Pascoli

Formato: cm 17×24
Pagine: 368
Volume brossurato

ISBN: 978-88-7772-253-9

€ 26 + spedizioni

Share